13esima settimana

0
44

13 Settimana di gravidanza 3 Mese di gravidanza 11 Settimana dalla fecondazione

VI PREGO LASCIATEMI ALMENO L’ESTATHÈ

“Sei di quelle che scartano la crosta del formaggio? Meglio così, perché durante la gravidanza certi alimenti (come la crosta dei formaggi) sono sconsigliati, perché rischiano di causare problemi. Tra questi, c’è un’infezione alimentare provocata da vari tipi di microbi (listeria, brucella,…) che può avere gravi conseguenze per la tua gravidanza.

Durante la gravidanza non è necessario stravolgere le abitudini: puoi continuare a mangiare la maggior parte degli alimenti di cui sei solita cibarti, a condizione che siano freschi, sani e correttamente conservati.

Per quanto riguarda la carne, puoi fidarti dei prodotti di provenienza italiana (e di produzione biologica certificata): il nostro Paese, infatti, vanta un sistema di controlli particolarmente efficace. Ricordati, tuttavia, di cuocere sempre bene quello che mangi: la carne cruda è una possibile fonte di trasmissione della toxoplasmosi e di altre malattie parassitarie.

Anche gli insaccati, per le stesse ragioni, andrebbero evitati. Se sei immune alla toxoplasmosi, fanne comunque un consumo limitato e fai molta attenzione a cosa compri.

Il prosciutto cotto è preferibile senza polifosfati (additivi che esercitano un’influenza negativa sull’assorbimento del calcio da parte dell’organismo), mentre se crudo deve essere marchiato Dop (Denominazione di origine protetta). Questo marchio garantisce, per legge, che il prosciutto provenga esclusivamente da cosce di suini allevati in Italia. Anche per i formaggi è meglio scegliere quelli senza polifosfati e no a fomaggi molli.

Nell’acquisto del pesce occorre verificarne sempre la provenienza e la freschezza, evitando di acquistare pesci venduti mutilati, senza pinne e senza testa. In caso di dubbio, meglio acquistare quello surgelato altrettanto buono e nutrizionalmente valido. Evitare pesce crudo, come il sushi, affummicato, crostacei.

Va da sé che la soluzione ottimale sarebbe anche per frutta e verdura la produzione nazionale e di stagione! Si raccomanda di lavare sempre bene la frutta e la verdura, soprattutto quando la mangi cruda. Per esempio: lascia a mollo l’insalata in un po’ d’acqua e aceto.

Particolare attenzione va riservata anche alle uova. Scegli solo quelle freschissime, denominate di categoria A “extra”, e consumale in tempi brevi, comunque entro la data di scadenza.

Infine, quando acquisti i prodotti confezionati, controlla sempre la lista degli additivi sull’etichetta. Tra le bevande sono meglio quelle senza coloranti e aromatizzanti. Nel caso del té in bottiglia, l’etichetta riporta eventuali controindicazioni legati alla presenza di dolcificanti sintetici, alternativi allo zucchero.”

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO