Lettera ad un’amica che sta per avere un figlio

0
243

Ho scoperto che una mia cara amica sta aspettando un bambino. La notizia mi ha riempito di gioia, non pensavo di emozionarmi così: non ho pianto giusto per mantenere una dignità. Sono stata la prima ad avere un bambino ed ora che stiamo tutte inesorabilmente superando i 30 ecco che piano piano i figli iniziano ad arrivare anche per le altre.

pregnant-friends

Avrei molte cose da dirle ma non mi piace essere petulante. Vorrei solo lasciarle i miei 10 consigli fondamentali per affrontare al meglio questa splendida avventura che sta vivendo, ricordandole che io sono qui.

  1. La tua gravidanza é solo tua. Ogni gravidanza è differente dalle altre, pancia a punta, dritta, alta bassa, pendolini: fregatene. Fai di sì a tutti come si fa con i pazzi. Idem col parto: ti racconteranno 10000 storie, non ascoltarle.
  2. TU sei la mamma. Quando il tuo bambino arriverà TU sarai la madre: tutti gli altri potranno darti dei consigli (giusti o sbagliati) ma l’ultima parola sarà sempre tua. Non farti mettere i piedi in testa da “chi ci è passato prima di te” (me compresa).
  3. Un figlio NON è la morte sociale. Le prime settimane saranno impegnative, non ti mentirò, ma passato un po’ di tempo potrai riprendere in mano la tua vita e fare tutto quello che facevi prima (e anche di più). Potrai viaggiare, uscire, divertirti, correre, andare a mangiare la pizza. Ma alle volte adorerai stare a casa in pigiama mentre tutti sono fuori al freddo.
  4. Tutti si chiederanno come stai: non dura per sempre. Ora saranno tutti pieni di attenzioni verso di te ma già all’ospedale ti butteranno i cappotti sul letto e penseranno al pargolo. Non prendertela, è normale.
  5. Passa in fretta, ti mancherà. Ti sembreranno mesi eterni ma passano in un lampo. Arriverai un giorno che vedrai un bambino appena nato e non ti ricorderai neanche come era quando il tuo era piccolissimo. Conserva gelosamente ogni ricordo, fotografalo, registralo, scrivi tutto. Imprimi tutto nella memoria.
  6. Fatti aiutare. Non c’è niente di male a chiedere aiuto. I primi tempi tutti verranno a trovarti e tu vorrai stare sola: DILLO! Verranno per vedere il bambino ma chiedi di farti una lavatrice, chiedi di farti da mangiare, chiedi di tenertelo un’ora per dormire.
  7. Coinvolgi il papà. Rendilo partecipe di tutto questo, fallo parlare con la tua pancia, cantate, portalo alle visite, tienilo con te in ospedale. È un’avventura che state vivendo insieme: vi rafforzerà.
  8. Non sarà facile ma sarai felice. Ti verrà voglia di volarlo dalla finestra, maledirai il giorno in cui l’hai concepito e passerai notti insonni. Avrà diarree a spruzzo, raffreddori e febbre: passa tutto, tranquilla. Il giorno che ti prenderà la faccia con le mani e ti darà un bacio bavoso e appiccicoso ti accorgerai di quanto sei felice.
  9. Non farti troppi programmi: non li rispetterai. L’allatterai? Dormirai? Lo terrai con te la notte? Fai pure delle previsioni ma il punto della situazione lo farai nel momento in cui sarà nato. Ogni bambino è diverso da un altro ed imparerai a conoscerlo (e conoscerti) quando lo riporterai a casa.
  10. Goditela. Vivi la gravidanza come una bella avventura, un divertimento. Fai tutto con estrema tranquillità e ricordati che non sei malata sei solo incinta e sei bellissima.

I love you.

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO