• Blog,  Gadget&Tech

    Kringl: l’app per dimostrargli che è passato Babbo Natale

    È il 25 dicembre, vostro figlio si alza, scarta i regali ma non è convinto che a portarli sia stato Babbo Natale. Ma certo che è stato lui! Basta mostrargli il telefono e se ne convincerà! Kringl è un’app GRATUITA che, inserisce una scena di Babbo Natale a vostra scelta in ambienti reali, tra cui il vostro soggiorno. L’ho provata ed è veramente ralistica: non vedo l’ora di farlo vedere a Leonardo e a mia nipote Elisa, impazziranno! Se non vi basta quanto descritto aggiungo che, oltre ad essere gratuita, quest’app raccoglie fondi benefici per Make-a-Whish Canada, un’associazione cha aiuta i bambini affetti da gravi malattie realizzando i loro desideri.

  • Blog,  Gadget&Tech

    Gestione familiare: la storia di come ho abbandonato Wunderlist per Promemoria di Apple

    Alla Blogfest ho partecipato ad un panel molto interessante: quello di Alessandra Farabegoli e Jolanda Restano dal titolo “L’agenda familiare ai tempi del web“. Alessandra spiegava come è utile, in una gestione familiare, la condivisione di agende e liste impegni in modo da ottimizzare i tempi. Fu fantastico. Io e il Prof utilizzavamo già, in condivisione, Wunderlist, ma dopo quel panel abbiamo subito creato un calendario condiviso su iCloud: fu illuminante (anche se ancora non siamo mai riusciti a sperimentare il metodo del pomodoro…). Io adoro Wunderlist era una delle mie App preferite insieme ad Evernote, Twitter ed Instagram ma con l’aggiornamento ad iOS7 di Apple ho capito che Promemoria era quello che faceva per noi. Ognuno, nel suo telefono e computer ha le proprie…

  • Blog,  Cinema, libri & TV

    Alcune domande che mi pongo ogni volta che guardo Peppa Pig

    Qui siamo alla dipendenza pura. “Peppa” è la prima parola che dice al mattino e l’ultima che dice alla sera. Cerco di limitare la visione ma non c’è scampo, Peppa te la trovi ovunque, anche al supermercato. Ora poi ha imparato a cercarselo da solo sull’iPad e se lo guarda in tutte le lingue. L’altro giorno l’ho sorpreso a guardare “Svinka Peppa pigKos“, probabilmente era russo. Io non ne posso più. Quella maledetta maiala petulante me la sogno la notte. Giuro che se vedo ancora una volta la puntata “Ritmo” mi scatta la crisi di nervi. Di per se sarebbe anche carino come cartone, ma il guardare 400 puntate al giorno alla lunga…

  • Blog,  Cinema, libri & TV,  Gadget&Tech,  Travel

    Non pensavo che una crociera mi sarebbe piaciuta così tanto…

    Nella mia testa bacata le crociere le facevano solo i vecchi e le coppie in viaggio di nozze. #einvece Ho vissuto la vacanza più bella della mia vita, sul serio. Sono ancora più felice di quando facemmo il Fly&Drive in Normandia nel 2006. Di solito abbiamo sempre fatto vacanze del genere ma con un bambino non ci sembrava il caso e la crociera ci sembrava il giusto compromesso. Due cose totalmente diverse, certo, ma entrambe fantastiche. Ho avuto la possibilità di visitare sei splendidi luoghi in sei giorni, in totale confort e con la possibilità di far divertire Leonardo, farlo mangiare in modo sano e senza strapazzarlo troppo. La cosa che mi…

  • Blog,  Travel

    Leo a Londra, un piccolo resoconto.

    E’ stato facile? NO. E’ stato massacrante? DECISAMENTE. E’ stato bello? INDESCRIVIBILE. Siamo sopravvissuti, alla faccia di chi nella settimana scorsa mi aveva dato della pazza, scellerata, egoista, incosciente… La cosa che mi spaventava di più, l’aereo, è stata invece la cosa più facile. Leo non ha avuto assolutamente paura ma è stato anzi rilassato per tutto il tempo. L’ho intrattenuto con un po’ di canzoncine, un gioco per iPad, il tavolino apri/chiudi davanti al sedile, un bambino vicino che lo salutava e poi si è addirittura addormentato senza neanche accorgersi dell’atterraggio. Troppo bello per essere vero. Il vero problema di chi va a Londra con un passeggino è la…

  • Blog,  Travel

    Io e il pupo a Londra

    Abbiamo deciso: io i miei 3 giorni di ferie me li passo da sola a Londra col pupo. Ce la farò? La cosa che mi spaventa di più è il viaggio in aereo. Viaggeremo (ovviamente, dato il budget ridotto) con Ryanair e la loro policy è molto chiara: Il bambino deve sedersi in braccio all’adulto, una cintura di sicurezza per il  bambino sará fornita dal personale di bordo. Si ricorda che i sedili supplementari non possono essere acquistati per i neonati. Riuscirò a tenermelo legato addosso senza farlo strillare come un dannato durante il decollo e l’atterraggio? Sono molto preoccupata e dovrò trovare molti modi di intrattenerlo. Per quanto riguarda…