“Che carino! Quando ne fai un altro?”

Chi ha un figlio con età superiore ai 6 mesi si sentirà fare questa domanda almeno un paio di volte al giorno. Nel mio caso la risposta è sempre: “per ora no, grazie. Sto bene così. Mica sono una macchina da figli!”

Tralasciando i fattori “tecnici” come il discorso che abbiamo una casa minuscola e già ci stiamo stretti in 3, che arriviamo cortissimi così alla fine del mese e che il nido ci sta succhiando l’anima come Dracula col sangue, quello che mi terrorizza è proprio l’idea di poter ricominciare dall’inizio tutto il percorso.

1005595_489995421079219_1453131458_nL’idea di riaffrontare una gravidanza (smettendo di correre), il post-parto, il neonato piagnone, la cacca, l’allattamento sì/allattamento no, ovetto, culla, scale su e giù, gattonamento, primi passi, primi denti… il tutto con un bambino iper-urlante ed iper-corridore come Leonardo al seguito. No no, non ce la potrei fare.

Valutando i pro e i contro, i contro vincono alla grande. Egoismo? Forse.

Stiamo così bene così: riusciamo ad andare ovunque, Leo è indipendente, mangia da solo, tra un anno va alla materna. Ma chi ce lo fa fare di ripartire adesso? Nella vita mai dire mai, ma al momento non mi interessa.

E poi ho un sacco di amiche che devono ancora figliare, domandate a loro di farlo, non a me di fare il secondo!

PS: ieri sera c’è stato il degenero delle mammeblogger sull’argomento: vedere per credere 😀

No Comments

  • La mia ha quattro anni, ogni giorno mi chiedono quando il prossimo? Ecco io sto bene così, è vero io, ma non posso ricominciare, sono arrivata al 10 mese in cui la piccola si svegliava ogni ora di notte, è da circa un anno che dorme di notte, ricominciare mi spavenda. Quindi per ora, anche se la gente mi guarda come un aliena preferico una famiglia più ristretta. 🙂

  • arrivo a scoppio ritardato, ma mi è cascato l’occhio e ti ho amata! poi ce ne sono anche di peggio di domande del genere:
    -e tu sei FERMA a UNO?
    -quanti anni ha? tre. è ora di farne un altro!
    -ne hai SOLO uno…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *