Cory e Tonino

Messi insieme questi 2 nomi non dicono niente e, se proprio vogliamo essere sinceri, stonano anche un po’.

Sono i nomi di 2 persone che hanno rappresentato molto per me e che entrambi, per motivi ben diversi, domenica ci hanno lasciato.

Il primo è Cory Monteith, meglio conosciuto come il Finn Hudson di Glee.

Nonostante non sia mai stato un capolavoro e l’ultima serie sia pure un po’ calata come qualità, Glee per me è stato molto importante. E’ stata una delle prime serie che ho seguito da quando, a casa nuova, ho Sky. Mi ha rallegrato in molte serate e mi ha fatto conoscere canzoni stupende. Per “i non perfetti e un po’ stravaganti” come me, il Liceo McKinley era un’isola felice in cui tutti ci sentivamo speciali ed il personaggio di Finn era proprio l’emblema che c’è speranza per tutti: il capitano forte e corteggiato con la passione per il canto e il ballo che si innamora della talentuosa ma non proprio bellissima e popolare Rachel Berry

Partecipare a qualcosa di speciale rende speciali.

Non mi voglio soffermare su cosa possa aver spinto un ragazzo di 31 anni bello, ricco, famoso e innamorato a ridursi in quel modo, so solo che mi spiace molto.

Poi c’è Tonino, Tonino Accolla.

Sapere che Homer non avrà più la sua voce mi provoca un certo brivido e mi lascia molta tristezza. Era un talento eccezionale e tutti gli attori che ha doppiato avranno un po’ meno fascino adesso.

Ciao ad entrambi, siete stati molto importanti per me.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *