Il futuro papà, parte 2, anzi 2.0

0
68

Salve a tutti/e, sono il futuro padre di Leonardo a.k.a. Ringo.

Mi chiamo Alessandro, ho 31 anni e questo è il mio primo figlio (almeno che io sappia). La padrona del blog mi ha chiesto di raccontare il mio punto di vista sulla nascita dell’erede (sì, sono contento che sia maschio, non me ne vogliate) e mentre mi scervellavo su cosa scrivere mi è venuto in mente: ma ci sono padri che buttano nel mare della rete una bottiglia con le loro impressioni, con i loro consigli ecc..?

Ebbene sì! Anche se il mom blogging li ha messi sicuramente in minoranza. “Una volta tanto!”, direte voi amiche femministe 2.0. Qui però non si tratta di battaglia dei sessi, si tratta di avere a disposizione il maggior numero di esperienze e punti di vista sull’avvenimento che cambia la vita di una persona. Definitivamente.

Ecco allora che il mio primo post sarà una carrellata su alcuni blog di papà:

  • http://www.professionepapa.it/ è il sito dell’omonima associazione che ha come mission quella di chiarire e valorizzare il ruolo del padre. Organizza anche corsi per neo papà. Sicuramente merita una visita.
  • http://www.papaduepuntozero.com/ offre un punto di vista molto più personale ed è anche aggiornato di recente  – cosa non da poco, visto che il 90% dei blog che ho trovato sembrano essere morti di morte naturale a metà del 2010 (?) –  Brivido lungo la schiena sul video del primo giro in bici.
  • http://2gemelle.blogspot.com/ se un pargolo vi pare poco, abbiamo anche il papà gemellare. E che papà! Consigli su spannolinamento, distacco dal ciuccio e perfino sulle figurine dell’Esselunga. Una cintura nera dei papà. Tutta la mia stima.
  • http://www.daddy-blogger.net/ è per te, papa nerd che cerchi.. che so.. l’Open Office per bambini (sì, esiste davvero); per te che non dormi la notte, non tanto per le poppate ad orari impossibili, ma perché non sai come fare senza il costume di carnevale di Star Wars per il frutto dei tuoi lombi (sì, esiste pure questo). Non so voi, ma è già tra i miei preferiti.
  • http://violafagiola.wordpress.com/ ha attirato la mia attenzione per tre motivi: uno, il sottotitolo “Sono padre. Non ditelo a mia figlia.”; due, il fatto che anche il suo autore chiami la creatura come il legume scoppiettante, sebbene al femminile; tre, l’onestà sentimentale – passatemi il termine –  con la quale scrive i suoi post.
  • http://bostoniano.splinder.com/ è il blog di un papà che si trova dall’altra parte dell’oceano ma che ha le idee molto chiare sulla situazione politica italiana e su come vadano presi per la gola i membri della famiglia. Thumbs up, man!

E qui mi fermo.

Magari la prossima volta vi darò qualche dritta dettata dalla mia ipocondria o dalla mia navigazione compulsiva, chi lo sa…

1 COMMENTO

    • Grazie carissima, non escludo di fare una seconda carrellata più avanti con i blog che meritavano, ma che sono rimasti fuori dalla lista per questioni di tempo e spazio.

LASCIA UN COMMENTO