Le 50 cose di cui non dovrai fare a meno

0
41

Ciao rospetto che scalcia nella mia pancia, ti inserisco qui di seguito alcune cose che ti saranno molto utili da quando uscirai in avanti. Ce ne sono sicuramente tantissime che ho dimenticato, vedrò di rimediare. L’ordine è sparso, vedrai poi tu, una volta grande quale priorità dare alle cose:

  1. La voce del padrone di Battiato;
  2. I Monty Python;
  3. Ok Computer dei Radiohead, ma tanto a quello ci penserà tuo padre;
  4. Una passeggiata sulle strisce pedonali a Abbey Road e una gita a Liverpool. Ci siamo già stati, ma ci torneremo insieme se vuoi;
  5. La vista di Parigi da una delle torri di Notre Dame in una giornata limpida;
  6. Via della Conciliazione a Roma d’estate;
  7. L’ultima puntata di Lost. Fortunatamente sei un maschio e non dovrai chiederti se sia più figo Jack o Sawyer e non dovrai aspettare un anno o una mattina d’aprile per sapere come va a finire;
  8. Un festival europeo fighissimo, a caso
  9. La tua prima casa, pagata da te con enormi sacrifici;
  10. Il primo volo in aereo. Può essere terrificante, ma niente ti fa sentire più vivo;
  11. L’aria condizionata d’estate;
  12. Un bagno caldo d’inverno con la tua musica preferita in sottofondo;
  13. Il primo viaggio massacrante con gli amici;
  14. Imparare ad andare in bicicletta;
  15. Il primo giorno di scuola. Non mancheranno le foto di rito, ti avverto;
  16. Un estenuante viaggio per il concerto del tuo gruppo preferito;
  17. Un bel voto a scuola quando hai studiato tanto e te lo meriti;
  18. Grace di Jeff Buckley
  19. Un bel film vecchio a cinema vuoto;
  20. La pizza sulla spiaggia di Positano a piedi nudi;
  21. Il fu Mattia Pascal di Pirandello;
  22. Un obiettivo raggiunto. Il tuo;
  23. La pasta al pesto, quello ligure, vero, non quello della COOP che compro io (ti renderai conto, finita l’epoca “pappe” che sono una pessima cuoca);
  24. La prima sbronza divertente;
  25. Piangere per un film commuovente e non vergognarsene;
  26. La maratona di Kill Bill;
  27. E quella del Padrino (anche se l’Atto3, vabbè…);
  28. Parlare di fronte ad un pubbico e sopravvivere all’esperienza;
  29. Fare tutto quello che dovevi fare in un giorno senza rimandare ed esserne orgoglioso;
  30. Tornare a vedere la casa dove sei cresciuto;
  31. La vittoria dell’Italia ai mondiali;
  32. Un pic-nic a ferragosto;
  33. Il pranzo con tutta la famiglia, unita, a Natale;
  34. L’ultima puntata di Beautiful (prima o poi arriverà);
  35. Sapere a memoria una puntata del tuo cartone animato preferito (spero non sarà Ben10 o i Gormiti);
  36. Parlare in diretta alla radio;
  37. Una bella foto, dove sorridi;
  38. Incontrare qualcuno che conosci in una città straniera;
  39. Un tatuaggio (ma non prima dei 18 anni!);
  40. Il sushi;
  41. Avere qualcuno con cui confidarti quando stai male;
  42. Avere qualcuno con cui confidarti quando sei felicissimo;
  43. Ballare, anche se magari non saprai farlo. Chissenefrega;
  44. La prima pagina di un quaderno nuovo. L’odore della carta è inebriante;
  45. Gli alberi di pesco fioriti a primavera;
  46. Le ninfee di Monet;
  47. Il White Album dei Beatles;
  48. La maionese sulle patatine fritte;
  49. I nonni;
  50. La prima busta paga.

 

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO