Al LuccaComics&Games con la GeekFamily

0
344

Io adoro Lucca Comics&Games, da sempre. Ho iniziato ad andarci a 11 o 12 anni: ricordo che i miei mi portavano, mi lasciavano davanti, allora era tutto allo Stadio, e tornavano a prendermi dopo qualche ora dove avevamo fissato (incredibile, si riusciva a fare una cosa del genere senza cellulari!). Aspettavo ogni primo novembre come si aspetta Natale, ero affascinata da quel mondo fatto di manga, anime, fumetterie, gadget e cosplay. Mettevo via ogni lira che mi dava mia nonna e le spendevo in quel pomeriggio. Ogni anno giuravo a me stessa che l’anno successivo avrei fatto il cosplay ma non ero mai in grado di cucirmi il vestito da sola e poi ero troppo indecisa sul personaggio: prima Asuka di Neon Genesis Evangelion, poi Akane di Ranma 1/2, poi Lady Oscar, poi uno dei Bee Hive…e chi ci riesce?

941295_549265948485499_1324775058_n (1)
Un sogno che si avvera
1380217_549265821818845_204204469_n
Un giorno mi vestirò da Sailor Pluto e cercheremo le altre, Mercury
581769_549265611818866_1645041816_n
Troppo poco Ranma quest’anno, peccato

Negli ultimi anni avevo perso quest’abitudine, vuoi perché la vita ti porta da altre parti, vuoi perché hai altre cose da fare. Quest’anno no. Ho insistito per tornare a Lucca e per portarci mio figlio sperando che col tempo possa appassionarsi anche lui a quel mondo magico e folle in cui chiunque, anche solo per un paio di giorni, possa abbandonare ansie e problemi della vita quotidiana e trasformarsi nel suo idolo senza nessuna vergogna.

1455911_549265708485523_1504131643_n
Mi piace pensare che nella vita reale siano tutti impiegati in banca

Come sempre coda interminabile e parcheggio difficile. In città l’evento è sicuramente più bello ma più complicato da raggiungere. Ho alcune cose da segnalare, alcune pecche sull’organizzazione che un evento così grande non si meriterebbe di avere:

  • Sito pessimo da mobile: Da una manifestazione di questa portata mi aspetto come minimo un sito responsive. Non dico l’app con la geolocalizzazione, ma almeno un sito che mi permetta di cercare le cose direttamente in loco;
  • Wi-fi: Era segnalato, ma non sono riuscita a accedere, serviva la password. Cosa molto fastidiosa se si pensa che persino il 3G era KO visto che mezza popolazione mondiale si trovava nel centro di Lucca;
  • Difficoltà a trovare le biglietterie: 5 e sparse per la città. Pochi cartelli e poco presenti quelli per le biglietterie;
  • Costo elevato del biglietto: va bene tutto, ma 15€ a me sembrano davvero eccessivi. Capisco i costi ma se penso che il tutto è basato principalmente su degli stand/negozi con degli espositori (che pagano per essere lì) e la presenza di forti sponsor, mi chiedo come facciano a eventi tipo Internet Festival in cui tutto era gratuito.
  • Code interminabili: noi abbiamo rinunciato e come noi molti altri. Ho sentito persone aver detto di aver fatto code di più di 2h. Assurdo. Come è assurdo che non si potesse più acquistare il biglietto online dal 31/10. Perché devo farmi ore di coda quando ho in mano uno smartphone e potrei comprare da lì? Con un QRcode entro negli stand e via… troppo moderno?

Chiusa la parentesi polemica devo dire che è stata una giornata fantastica. Ho ritrovato per strada tutti i miei idoli adolescenziali (e oltre, se si aggiunge tutta la parte games) anche se vi prego BASTA NARUTO! Ho visto qualcosa come mezzo miliardo di cosplay di Naruto, esiste una petizione per fargli desistere? Idem le ragazze in autoreggenti e capelli rosa, vi prego basta. 

1450115_549266025152158_1950013805_n

Con molto piacere molti cartoni anni ’80, molti Ezio Auditore e Connor di AC, molti film, tanti Miyazaki e molta gente scema: è questo il bello. Leonardo ha avuto paura, ma col tempo capirà che è tutto un enorme gioco (mi sarebbe piaciuto portarlo alla parte Junior, sarà per la prossima)

733907_549266061818821_132447862_n
Spero non abbia imitato anche il salto della fede…

Lucca, poi, è una città meravigliosa. Il non essere riusciti ad acquistare il biglietto ci ha dato modo di godercela appieno. La bellissima giornata di sole (a maniche corte il 1 novembre) ha aiutato non poco la nostra passeggiata sulle mura e nelle piazze piene di gente. Non lo dico per orgoglio toscano, ma qui da noi come ti muovi vedi posti fantastici.

1450736_549265991818828_1257392595_n

1 COMMENTO

  1. Ciao.

    Io, a differenza tua, era la prima volta che ci andavo. Prima perché non lo conoscevo, poi ho avuto un ragazzo che non gli piacevano queste cose, mentre il fidanzato attuale si ma non ne avevamo mai avuta occasione. Che bello che è stato! Noi ci siamo andati domenica 3, con il timore che piovesse, come era successo il giorno prima (e raccontato dal fratello del mio fidanzato). E invece il tempo è stato bello, in qualche momento faceva anche caldo.
    Mi è piaciuto davvero un sacco!
    Ora forse sono “troppo grande” per tornarci tutti gli anni, ma sicuramente ci tornerò di nuovo!

    Commento un po’ i punti che hai scritto:
    – Sito pessimo da mobile: sarebbe stata bella un’applicazione ad hoc, ovviamente per chi aveva una telefono adatto (cosa che io attualmente non ho) e con la geolocalizzazione sarebbe stato veramente grandioso! Ok, avevo la mappa che era ben fatta, ma anche lì un paio di stand non erano segnati.
    – Wi-fi: non l’ho provato, sempre causa telefonino non adatto.
    – Difficoltà a trovare le biglietterie: io ne ho viste solo due. Quella dove ho fatto il biglietto io (a porta S.Anna, perché avevamo parcheggiato lì vicino) e quella centrale. Confermo sui pochi cartelli per indicare le biglietterie.
    – Costo elevato del biglietto: concordo con te, 15€ sono davvero eccessivi. Gli espositori pagano per essere lì (e penso nemmeno poco!), poi c’erano un sacco di sponsor. 10 euro per me sarebbe andato bene come prezzo, meno ancora meglio! Le riduzioni erano veramente minime, io potevo fare solo quella con la feltrinelli (che non ho fatto perché non ho ritrovato la tessera). Forse valeva anche quella con le ferrovie dello stato, ma io ho l’abbonamento per la tratta Valdarno-Firenze, non so se sarebbe andato bene.
    – Code interminabili: noi siamo andati di domenica e non abbiamo trovato code. Il fratello del mio fidanzato sabato ha trovato coda sia in autostrada, sia per cercare parcheggio e infine anche per fare il biglietto. Risultato: non ha fatto il biglietto e per colpa della pioggia è andato via tipo alle 16:30. Noi per il biglietto ci abbiamo messo due minuti scarsi (biglietteria porta sant’Anna). In autostrada non siamo passati dall’uscita indicata (Capannori) ma abbiamo fatto Lucca Est.
    – non potere acquistare il biglietto online dal 31/10: concordo con te!

    Le cose che mi sono dispiaciute:
    – non poter fare tante foto con la mia macchina fotografica perché si è scaricata la batteria a tradimento: con la mia avrò fatto una decina di foto e basta, per fortuna il mio fidanzato aveva la sua e mi sono “sfogata” con quella (anzi spesso gliel’ho rubata di mano per fare le foto).
    – non essere riuscita ad avere un disegno e l’autografo dall’autore di Simon’s cat (Simon Tofield): ho partecipato alla sua presentazione, ma alla fine la tizia italiana al tavolo (abbastanza odiosa perché fissata con il nano da giardino che a volte viene disegnato dall’autore) ha invitato tutti a non assalire il tavolo e di presentarci allo stand della Tea alle 12:30 e alle 15. Io mi sono presentata allo stand alle 15:20 ma perché non riuscivo a trovarlo (non era indicato nella mappa ed era nel padiglione Games, mentre me lo aspettavo in quello dei fumetti e libri). Peccato che c’era una fila enorme di gente che volevano l’autografo: se mi mettevo in firma anche io dovevo aspettare due ore e mi sarei persa tante altre cose, così ho preferito lasciare perdere.
    – non essere riuscita a fare una foto con Dylan Dog: ho trovato due vestiti da Dylan Dog, ma solo uno dei due gli assomigliava veramente, ma non l’ho potuto fermare perchè era in mezzo alla sfilata dei cosplay.

    Belline le foto che hai fatto!
    Una domanda: dove era la cabina di doctor Who? Il mio fidanzato l’adora, se l’avevamo trovata la foto era d’obbligo!

    • Ti ringrazio per questo bel commento, davvero.
      Mi ha fatto piacere sentire anche le tue impressioni.
      PS: la cabina era proprio accanto al martellone gigante di Thor in piazza.

      • Ho saltato anche il martellone gigante di Thor. La piazza (se è quella dove c’era anche il punto di informazioni e lì vicino lo stand che vendevano i gadget ufficiali del “lucca comics” praticamente davanti all’arco dove entravi nella zona per i bambini) l’abbiamo vista abbastanza di fretta, con la mia smania di trovare lo stand della Tea per Simon Tofield. Peccato! Comunque di doctor Who ne ho visti diversi a giro, soprattutto il settimo, il nono e (forse) il decimo.

        ps perché non mi fa selezionare le opzioni “Notificami nuovi commenti a questo articolo via e-mail” e “Notificami nuovi post via e-mail” ?

LASCIA UN COMMENTO