Se mia mamma avesse avuto un blog

0
40

Sono sempre stata una persona estremamente riservata.

Fin da piccola odiavo farmi fotografare e raramente parlavo di me. Sono una grande osservatrice e parlo poco. Sono pochissime le persone con cui mi riesco ad aprirmi e col resto del mondo tendo a proteggermi come fossi dentro ad una bolla invisibile, mostrando solo una minima parte (forse la peggiore) della mia personalità.

Stamattina riflettevo sulla mia vita, quella passata e quella presente, ed a tutte le strade che ho percorso per arrivare fino a qui.

Ricordo pochissime cose della mia prima infanzia: una vecchia sigla del Tg1, della mela grattugiata, un trasloco, del Didò arancione e i pomeriggi con Simona, la cugina di mio babbo, che si occupava di me. Poco altro.

Penso a come sarebbe stato se mia mamma avesse avuto un blog e se in quel blog avesse raccontato come e se era bello aspettarmi, l’emozione della mia nascita, i miei primi giorni di vita, le sue ansie e paure, la sua gioia. Come prese il mio arrivo mio fratello? Ero una brava bambina? Come si sentiva lei?

Avrebbe instasato Instagram e Facebook di mie foto e twittato? [in realtà non lo saprebbe fare nemmeno adesso N.d.A]

chiara.jpg

Era felice? Tutte risposte che posso farmi dire anche adesso, certo, ma non è la stessa cosa a quasi 30 anni di distanza.

Penso a come sarebbe stato vedermi crescere in un “luogo pubblico”: avrei gradito, dato il mio brutto carattere, sapere che già tutti sapevano ogni dettaglio della mia vita? Non lo so, ma la curiosità mi divora.

Non so se sia giusto “dare in pasto” al web una cosa tanto intima come la maternità alle pagine di un blog, so che a me è servito tanto. Direi che per quanto mi riguarda è stato quasi terapeutico e forse sarebbe stato lo stesso anche per lei.

Leonardo crescerà, imparerà a leggere e una volta uomo avrà la grande fortuna di conoscere ogni piccolo passo che ho percorso per farlo crescere nel miglior modo possibile. Spero non si arrabbi e che non mi denunci per violazione della privacy 😀

1 COMMENTO

  1. io da mamma mi soffermo ogni tanto sul “se mia mamma avesse usato un social” perché mi fa specie un po’ il contrario, l’idea di figlia che legge la mamma su argomenti e considerazioni che non riguardano necessariamente la sfera materna.
    da mamma esuberante quale sono, racconto spesso di noi, del suo modo di interpretare la quotidianità, ma tra me e lei ormai c’è un codice di riservatezza per cui se ci sono cose che vuole tenere solo per noi… non c’è parola che io spenda.
    ps. mia mamma spesso commentava gli album dei ricordi fotografici. la mia passione per instagram potrebbe in qualche modo essere eredità sua

LASCIA UN COMMENTO